Qualcuno deve ricordare a Donald Trump che Bob Woodward non è presidente degli Stati Uniti

"Se Bob Woodward pensava che quello che ho detto fosse negativo, avrebbe dovuto immediatamente, subito dopo che l'ho detto, andare alle autorità in modo che possano prepararsi", ha detto Trump in un evento della campagna White ufficiale Conferenza stampa della Camera giovedì pomeriggio.

Giusto per essere molto chiari su ciò che Trump sta dicendo qui, esaminiamolo passo dopo passo:

1. In una serie di interviste che iniziano a dicembre 2019 e terminano a luglio 2020, Trump parla con Woodward, il leggendario reporter del Washington Post, di – tra le altre cose – come viene trasmesso il coronavirus (tramite goccioline nell'aria), e quanto altro ancora è serio di quanto la gente si renda conto e di come egli stia volutamente minimizzando tale severità al pubblico.

2. Woodward raccoglie queste informazioni – e molte altre informazioni – in un libro intitolato "Rage" che sarà pubblicato martedì.

3. Quando l'audio delle conversazioni di Trump con Woodward è trapelato, ha difeso le sue affermazioni che stava intenzionalmente minimizzando il virus osservando che Woodward non è mai andato dalle "autorità" quando ha sentito cosa stava facendo Trump.

C'è solo un piccolo problema con questo difesa: BOB WOODWARD NON E 'IL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI.

C'è, senza dubbio, un degno dibattito da tenere sul fatto che Woodward, che tecnicamente lavora per il Post ma in termini pratici, stia scrivendo libri da anni ormai , sarebbe dovuto andare immediatamente al Post dopo che Trump ha fatto le sue dichiarazioni sulla minimizzazione del virus e ha chiesto spazio sul sito web (e nel giornale del giorno successivo) per scrivere un grande pezzo contemporaneo su di esso.

Ma quella conversazione impallidisce in confronto a questo: se il presidente degli Stati Uniti sapeva che il Covid-19 era peggio di quanto si pensava – e peggio di quanto si fosse lasciato intendere confrontandolo con l'influenza stagionale – perché non è andato a dirlo all'americano p

La ragione dichiarata di Trump per minimizzare il virus era per evitare il "panico". Ma questa nozione crea una falsa scelta. È semplicemente non vero che Trump poteva solo a) creare panico totale dicendo al pubblico la verità su ciò che sapeva sul Covid-19 o b) minimizzare la gravità di ciò che sapeva sul virus in ordine per mantenere la calma.

Non è un o / o! E anche se fosse un o / o, ancora non scuserebbe quello che ha fatto Trump. Non si è limitato a minimizzare il virus. Ha apertamente preso in giro la maschera, una delle uniche tattiche provate che abbiamo per mitigare la diffusione. Ha spinto l'idrossiclorochina come trattamento per il virus, anche se la FDA ha revocato l'autorizzazione per l'uso di emergenza del farmaco a metà giugno. Diamine, ha anche suggerito che le persone potrebbero trarre beneficio da una luce brillante all'interno dei loro corpi o dall'ingestione di disinfettante per combattere il virus.

Questo è MOLTO più che minimizzare ciò che sapeva sul coronavirus. Questo significa rifiutare apertamente la scienza a favore dell'opinione personale e del punteggio politico.

Ma torniamo a Woodward. Il semplice fatto è che è Trump, non Woodward, il presidente degli Stati Uniti. Ciò significa che l'onere di informare il pubblico sulle verità scomode riguardo a un virus che ha ucciso più di 190.000 americani quest'anno fino ad oggi – e di mettere in atto politiche per mitigarlo – ricade su colui che è stato eletto per essere il leader del nazione. Non il ragazzo che sta scrivendo un libro sul ragazzo che è stato eletto per essere il leader del paese.

E così, questa difesa – come tante delle scuse, razionalizzazioni e accuse di Trump – si sgretola anche alla minima ispezione . E dimostra ancora una volta che Trump semplicemente non comprende le responsabilità che derivano dall'essere presidente o il fardello morale che deriva dalla corsa e dalla vittoria.

Leggi Tutto – Gratis

Precedente I ministri degli esteri dell'ASEAN si impegnano a rafforzare la cooperazione nella risposta al COVID-19 Successivo La polizia colombiana, sotto i riflettori delle proteste | Internazionale