Liberbank guadagna 59 milioni fino a settembre, il 39% in meno a causa degli accantonamenti contro covid-19 | Economia

 Manuel Menéndez, CEO di Liberbank
Manuel Menéndez, CEO di Liberbank

Liberbank, la banca asturiana che è nel processo di fusione con Unicaja, ridotta di 38, 9% il suo profitto fino a settembre dopo aver accantonato 177 milioni per la pandemia . L'entità ha accelerato il ritmo degli accantonamenti in questo terzo trimestre rispetto a quanto presentato nel conto economico di giugno . I margini del conto economico hanno mostrato incrementi a doppia cifra dovuti all'incremento degli affari con la clientela: aumento dei prestiti con insolvenze e depositi. Hanno influito anche la riduzione dell'1% delle spese generali e l'aumento del 35% delle commissioni per l'azienda. Liberbank è cresciuto del 3,95% in borsa.

Il calo dei profitti è spiegato dall'accantonamento di 177 milioni per far fronte al potenziale deterioramento derivante dalla crisi del covid-19. La banca guidata da Manuel Menéndez assicura che tra luglio, agosto e settembre "ha aumentato il ritmo dell'attività bancaria" e ha guadagnato 18 milioni, "una cifra simile a quella registrata nei due trimestri precedenti al covid-19". [19659004] I fondi dei clienti gestiti sono aumentati del 7,3% e gli investimenti nel credito produttivo dell'8,4%. Per prodotti o linee di attività, la banca ha evidenziato l'avanzamento del 7% nell'attività ipotecaria, dove ha catturato il 6,5% della quota di mercato nella nuova produzione, che è tre volte la dimensione di Liberbank nel settore bancario. [19659004] Liberbank afferma che la sua concessione è con una strategia di "massima prudenza nella gestione del rischio" e i mutui vengono contratti con un importo medio preso in prestito sul valore della casa del 71% nelle nuove operazioni. Nel complesso, il suo portafoglio mutui ha il 92% di operazioni sulle prime case, con una concessione del 56% sul valore della proprietà e un default del 2%.

1.870 milioni di crediti ICO

Fino a settembre il finanziamento con Le garanzie ICO alle imprese ammontano a 1.871 milioni di euro. Nei fondi comuni, le risorse gestite sono cresciute del 15,5%, raggiungendo un patrimonio gestito di oltre 4 miliardi e una quota di mercato del 14% nelle nuove sottoscrizioni.

Come nei trimestri precedenti, i depositi a L'opinione dei clienti ha continuato a crescere, aumentando del 15,2% su base annua, e il loro risparmio di tempo ha continuato a diminuire. La banca ha ridotto il tasso di insolvenza al 2,97%, rispetto al 3,9% dello scorso anno, che la colloca tra le migliori del settore, mentre il tasso delle attività deteriorate è sceso al 7,5%, molto meno in calo dal 9,8% dell'anno precedente

La ​​banca ha ridotto il proprio portafoglio di attività pignorate del 20,8% nell'ultimo anno con la vendita di alcuni portafogli di attività, principalmente terreni. In termini di solvibilità, il suo coefficiente CET 1 di qualità più elevata o più esigente a pieno carico era del 14,14% alla fine di settembre e il coefficiente di capitale totale era del 15,9%. Per quanto riguarda la liquidità, la banca ha specificato che copre il 99% dei prestiti con depositi al dettaglio.

Leggi Tutto – Gratis

Precedente La posta in gioco globale delle elezioni americane Successivo Diego Maradona ricoverato. Il medico: "Stress emotivo" - Calcio