Il più grande stadio della Francia diventa un gigantesco centro di vaccinazione

Emesso il:

Martedì la Francia ha convertito il suo stadio più grande, lo Stade de France, in un gigantesco centro di vaccinazione, soprannominato "vaccinodrome", mentre il governo correva per mantenere la sua promessa di un enorme balzo in avanti nella somministrazione di colpi Covid-19.

Lo Stade de France alla periferia nord di Parigi, con una capienza di oltre 80.000 posti a sedere, è uno dei quasi 40 " vaccinodromi " che saranno aperti nelle prossime settimane mentre il paese dovrà far fronte a un terzo ondata di pandemia Covid-19 .

Riferendosi dallo stadio, Luke Shrago di FRANCE 24 ha detto che le persone del dipartimento di Seine-Saint-Denis, dove si trova lo Stade de France, hanno iniziato ad arrivare martedì presto.

"Le code si allungano dietro di me. La gente è arrivata tutta la mattina nel dipartimento di Seine-Saint-Denis, che è stato gravemente colpito dal virus. Almeno il 50 per cento delle vaccinazioni qui vanno inizialmente ai residenti locali ", ha detto Shrago. "Le autorità sanitarie qui puntano a 10.000 colpi a settimana."

Seine-Saint-Denis, uno dei dipartimenti più poveri in Francia, è stato eccezionalmente duramente colpito dal Covid-19, registrando 800 casi ogni 100.000 abitanti – più di tre volte la soglia di emergenza.

Corsa contro il tempo

L'apertura dei vaccinodromi in Francia è un segno visibile che le autorità sanitarie stanno accelerando il ritmo delle vaccinazioni a seguito delle critiche sulla lenta introduzione iniziale a causa di problemi di approvvigionamento.

A marzo, la città meridionale di Marsiglia ha aperto il suo velodromo per le vaccinazioni, e Lione ha seguito l'esempio la scorsa settimana, mettendo a disposizione il suo Groupama Stadium, che ha riportato 10.000 vaccinazioni solo nel fine settimana di Pasqua. Nella zona di Parigi, il mese scorso è stato aperto anche un velodromo nel sobborgo degli Yvelines a sud-ovest della capitale francese.

>> Per saperne di più: Yveline 'vaccinodrome': maglia gialla nella gara di jab

La Francia sta vivendo una terza ondata di pandemia di coronavirus, con i ricoveri in terapia intensiva che superano i livelli peggiori visti nella seconda ondata nel novembre 2020.

In risposta, il governo ha estese misure regionali, compreso un coprifuoco notturno e restrizioni di viaggio, all'intero paese e chiuse le scuole.

Aumento della capacità sanitaria

Il presidente Emmanuel Macron ha promesso una forte accelerazione della campagna di vaccinazione, mirando a un totale di 20 milioni di vaccinazioni entro metà maggio per la nazione di 67 milioni e 30 milioni a metà giugno.

Più di un milione di nuove vaccinazioni sono state segnalate durante il fine settimana, prendendo il totale aver ricevuto almeno un dos e del trattamento a due cicli a 9,3 milioni.

Il governo spera di ricevere 12 milioni di nuove dosi di vaccino in aprile.

Gli oltre 5.400 pazienti affetti da coronavirus in terapia intensiva sono ancora ben al di sotto dei 7.000 registrati ad aprile. 2020 subito dopo l'inizio della pandemia, ma il ministro della Salute Olivier Véran ha detto lunedì che "è possibile che ci stiamo avvicinando" al picco della prima ondata.

Dopo aver annullato o ritardato gli appuntamenti chirurgici non Covid, la Francia ora ha una capacità totale di 8.000 posti letto di terapia intensiva disponibili per i casi di coronavirus, ha detto.

Il ministero della salute ha detto che si aspettava che il numero di infezioni raggiungesse il picco nella prossima settimana, ma che un altro aumento era probabile quando gli alunni della scuola primaria torneranno dopo le vacanze di primavera alle la fine del mese.

(FRANCE 24 con AFP)

Leggi Tutto – Gratis

Precedente Coronavirus statunitense: metà degli adulti potrebbe ricevere una dose di vaccino Covid-19 entro il fine settimana, ma gli esperti dicono che è troppo presto per dichiarare la vittoria Successivo Il tasso di vaccinazione è stato mantenuto durante la Settimana Santa | Società