Català: Llengües contro il sistema | Cultura

Il movimento globalizzante dei darrers anys, un cavall d'un liberalism non complesso, ha definitivamente un nuovo quadro di relazioni tra linguisti che è servito, soprattutto, a che llengües grande continui ad affrontare più grande che les petites, in un'epoca di mitjà o termini lunghi, è destinato a scomparire; Non stupitevi dei progetti che affermano che entro la fine del 21° secolo il 95% della diversità linguistica del mondo scomparirà. L'espansione di internet dai primi di segle e la democratizzazione del turismo hanno dovuto affrontare maggiori privilegi – quelli che competono con entrambi i milioni di parlanti, che hanno una solida presenza nel mercato e capacità di irradiazione per la dominanza seu linguistica come lingua straniera—, al punto che forse, avui, sarebbe difficile trovare una percentuale significativa della popolazione che non parli un corso di lingua, né che vada a un livello base. Fai riferimento a inglese, castellano, francese, tedesco, italiano, portoghese, russo, arabo, urdu, cinese, giapponese e alcune altre persone potrò venire in modo massiccio. Le lingue minoritarie non sono proprio gaire attraenti in questo senso. Sono abituati a trovare pacchi di etichette galetes non in un mese di una lingua di stato, qualcosa che riflettesse una certa realtà socioculturale – o politica -, ma direttamente in Castellà e portoghese, qualcosa che riflette la prevalenza di interessi logistici che ho distribuito lo su larga scala. Come è abituato a servire i turisti che visitano nella più varia poliglossia però amagant la lingua di qui, il che porta al paradosso di voler donare per collegare il paese come se questo mancasse della propria lingua.

Il panorama, Doncs, non è particolarmente incantevole, ma vale la pena evidenziare i movimenti di controflusso, che in particolare le pressioni delle lingue egemoniche stanno costruendo una nuova storia di difesa delle lingue petite al voltante dell'idea di rivolta. Així con, dal privilegio, il piede di parlare una lingua non egemonica è sempre stato malvisto con un atto di provincialismo, di inculturazione o di curtesa de mires, ma sono mute i parlanti dei linguistici che non hanno il Tu con un atto anti-sistema, con uno slancio di ribellione, con un difetto a Matrix che potrebbe sconfiggere il sistema. Tanto quanto fare un'offerta per un taxi e ordinare un biglietto per una 'buona giornata' con accesso sistematico a Internet in Catalogna quanto alle previsioni degli algoritmi.

Potser, l'autista del mercato, ha finito per provocare la necessitat d' agafar -se ad elementi che forniscano, di fronte, un minimo di pertinenza in un ambiente in cui la globalizzazione ha offuscato i limiti delle identità connesse. E non è strano che ai margini del corró de les lingue egemoniche sia apparsa la resistenza all'uniformitarismo. Ad Aragó, per esempio, qualcuno con Jorge Pueyo è servito ai fini della globalizzazione per donare a conèixer una lingua che permette solo ai grandi di parlare, ea chi la cerca. França ha già trascorso un periodo di tempo per gettare un lei che sancisce l'ensenyament nella loro lingua, ma in tempo per portare l'argomento all'ordine s'han trobat chiede loro di cambiare le pinne ed è stato costituito. In Irlanda del Nord, lo Sinn Féin sta per bloccare la formazione dei nuovi dirigenti autonomi che gli unionisti non impongano la lingua che proteggono gli irlandesi, cosa che non hanno trovato e che ha provocato l'intervento di Londra. Pinne e tot alcune comunità indigene nordamericane vanno veure nella vaccinazione del covid un modo per proteggere i parlanti seri di més edat.

È chiaro che non è totalmente perso a causa della diversità, ma misurali che è prenguin des Dalle lingue petite gli utenti seri di mateixos devono accenderle. Nessuno dei privilegi mourà si dà da fare per sorreggere chi vi si propone.

Leggi Tutto – Gratis

Precedente Vivere con un gene del sonno corto: "È un dono" Successivo Covid: illegittimo secondo stop esecuzione su casa debitore - Cronaca