Un attacco pieno di odio ha fatto capire un po' di più la loro esperienza a un nipote di sopravvissuti all'Olocausto. Ma ha deciso di contraddire il loro consiglio

Le cose sono cambiate quando un uomo con una mazza da baseball lo ha inseguito davanti alla sua sinagoga a Graz, in Austria. L'edificio è stato ripetutamente vandalizzato e mentre Rosen è riuscito a raggiungere la sua auto e fuggire illeso fisicamente, è stato scosso fino al midollo.

"Dopo l'attacco, quegli avvertimenti dei miei nonni hanno avuto una specie di flashback", ha detto alla CNN. "Questo mi ha molto, molto dispiaciuto e ha portato lacrime al mio cuore e al mio viso", ha detto.

"Essere attaccati fisicamente è una dimensione diversa dall'essere attaccati verbalmente, a cui sono abituato perché l'antisemitismo è aumentato nell'ultimo anno."

La violenza e l'oppressione contro gli ebrei e la loro fede sono state una costante in Europa , ma gli episodi di antisemitismo registrati hanno registrato un aumento allarmante, in parte alimentato dai blocchi per fermare la diffusione del coronavirus.

Nella casa di Rosen in Austria, c'è stato il maggior numero di attacchi antisemiti da quando il paese ha iniziato a registrarli 19 anni fa.

Benjamin Nägele, segretario generale delle Comunità Ebraiche Austria, ha affermato che le sue cifre hanno mostrato un aumento del 6,4% nelle segnalazioni di incidenti antisemiti nel 2020, anche se afferma che molte persone non riferiscono ogni volta che qualcuno usa un insulto contro di loro.
Gli uomini adorano nella sinagoga Stadttempel a Vienna. Ci sono circa 15.000 ebrei in Austria, in calo rispetto ai 220.000 stimati prima dell'ascesa di Hitler.

"Abbiamo visto una tendenza preoccupante non solo in Austria, ma in tutta Europa quando si tratta di antisemitismo, ha detto. [19659002]Nägele ha affermato che l'aggressione verbale viene prima perché è così facile, soprattutto online. "Puoi farlo in modo anonimo. Puoi farlo molte volte senza temere alcun processo", ha detto. "E poi vieni incoraggiato a farlo di più, ad essere più aggressivo, ad aggiungere effettivamente la beffa al danno e, a un certo punto, sei così radicalizzato da quindi trasferiscilo nel mondo reale."

Cospirazioni del coronavirus

Katharina von Schnurbein, coordinatrice dell'antisemitismo della Commissione europea, ha affermato che i problemi erano antichi ma che c'era stato un nuovo impulso ad alcuni l'odio.

"I miti della cospirazione antisemita esistono da secoli", ha detto alla CNN. "Ogni volta che c'è una pandemia, sono tornati alla ribalta. Quello che vediamo è che, ad esempio, durante il Covid, i tropi antisemiti e i miti della cospirazione sono aumentati in modo significativo sulle piattaforme social."

Mentre le persone hanno marciato per protestare contro i rigidi blocchi imposti dai loro leader, l'organizzazione tedesca RIAS, che segue antisemitismo, notava i tropi ebraici tra i cartelli. ."

Le manifestazioni contro i blocchi per la pandemia e la violenza di quest'anno tra Israele e Hamas hanno visto segni di protesta antisemita, afferma il cane da guardia tedesco RIAS.

In un altro caso a Berlino, un uomo sembrava accettare la falsa teoria della cospirazione secondo cui la pandemia era la causa. d da ebrei, gridando a due pedoni identificabili come ebrei: "Non vi vergognate di quello che avete fatto, voi ebrei?", riferì RIAS.

Più di un quarto degli incidenti antisemiti documentati erano collegati direttamente al coronavirus, ha affermato il gruppo nel suo rapporto annuale.

La violenza tra Israele e Hamas nel maggio di quest'anno ha nuovamente alimentato il sentimento anti-ebraico in Germania, ha scoperto la RIAS, con tutti gli ebrei presi di mira per le azioni del governo e dell'esercito israeliano.

"Smetti di fare ciò che Hitler ti ha fatto", si legge in un cartello in inglese mostrato durante una marcia pro-palestinese a Berlino, ha detto il gruppo.

Benjamin Ward, vicedirettore della divisione Europa di Human Rights Watch, concordava sul fatto che l'antisemitismo fosse spesso ciclico e spinto dagli eventi in Medio Oriente. Ma ha aggiunto: "Se osserviamo in modo più ampio il fenomeno dell'antisemitismo in Europa, vediamo che è molto più antico e anche molto più ampio. È davvero una questione europea".

 I cimiteri ebraici, come questo a Berlino, sono spesso profanati, anche con simboli nazisti.
In tutta Europa sono in aumento da anni gli attacchi antisemiti. La Francia ha assistito a numerosi attacchi: nel 2012, tre bambini e un insegnante sono stati uccisi in una scuola ebraica a Tolosa; nel 2015 quattro persone sono state uccise e altre tenute in ostaggio in un supermercato kosher a Parigi; nel 2018, una sopravvissuta all'Olocausto di 85 anni è stata uccisa quando è stata pugnalata 11 volte e poi il suo appartamento di Parigi è stato incendiato.
I cimiteri ebraici dalla Francia alla Polonia sono regolarmente profanati e nove ebrei europei su 10 credono che l'antisemitismo sia in aumento, secondo un sondaggio della Commissione europea.

Modi diversi affrontare l'odio

A Bruxelles, il rabbino Albert Guigui è uno di quelli che reagiscono cercando di nascondere la sua stessa identità, per sembrare meno ebreo.

"Certo, in casa indosso una yarmulke, ma fuori preferisco coprire la testa in modo meno vistoso", ha detto, parlando del berretto da baseball che indossa quasi tutti i giorni. "Non è salutare vivere in un'atmosfera di paura e dove ci si sente braccati."

Quando coloro che hanno memoria vivente dell'Olocausto muoiono, Guigui teme che arriverà più odio.

Non solo i neonazisti con le torce tiki: perché gli studenti ebrei dicono di temere anche l'antisemitismo occultato

" C'è preoccupazione proprio perché non c'è più quella barriera della memoria", ha detto. "Prima, le persone non potevano esprimere apertamente il loro antisemitismo perché la memoria dell'Olocausto era lì per ricordare alla gente dove conducono tali parole. Ora c'è stata una liberazione dello stesso discorso che genera atti".

Tornato in Austria, Karoline Edtstadler, ministro per l'UE, ha affermato che il governo è preoccupato perché, sebbene stia cercando di contrastare l'ondata di odio antiebraico, il numero di incidenti online e nella vita reale continua a crescere.

"La cosa positiva, ovviamente, è che dobbiamo promuovere la vita ebraica", ha detto.

Questa è la nuova tattica di Rosen, che si oppone ai consigli dei suoi nonni e sceglie di ergersi come membro della comunità ebraica austriaca, che ora conta circa 15.000 persone, una frazione dei 220.000 ebrei che si stima abbiano vissuto in Austria prima dell'ascesa di Hitler.

Dice che l'approccio dei suoi nonni di mantenere un basso profilo dopo l'Olocausto, o Shoah, era comprensibile ma fuorviante, ed era tempo di mostrare e introdurre gli altri alla vita e alle tradizioni ebraiche.

"La società post-Shoah degli ebrei spesso pensava che stare in silenzio, non essere troppo rumorosi, avrebbe portato a una maggiore accettazione degli ebrei nella società principale", ha spiegato, prima di dire che chiaramente non ha funzionato.

"Dirò a mio figlio o ai giovani ebrei di essere orgoglioso di essere ebreo e di non tacere."

Il giornalista Adam Berry ha contribuito a questa storia.

Leggi Tutto – Gratis

Precedente Gli Stati Uniti emettono sanzioni che avvertono 17 nazioni che "non stanno facendo abbastanza" per combattere la tratta di esseri umani Successivo Il giudice che indaga sull'ingresso di Gali in Spagna chiede informazioni alla Corte nazionale | Spagna