Google e Facebook richiederanno vaccinazioni per i dipendenti che tornano in ufficio

In un'email allo staff, Google (GOOGL) Il CEO Sundar Pichai ha affermato che la politica verrà implementata negli Stati Uniti nelle prossime settimane e in altre regioni nei mesi successivi man mano che i vaccini diventano più ampiamente disponibili. Non è chiaro come Google intenda far rispettare la politica.

"Farsi vaccinare è uno dei modi più importanti per mantenere in salute noi stessi e le nostre comunità nei mesi a venire", ha detto Pichai.

Mercoledì successivo, Facebook (FB) Il vicepresidente del personale Lori Goler ha affermato che tutti i dipendenti che vengono a lavorare nei campus statunitensi dell'azienda devono essere vaccinati, secondo un dichiarazione pubblicata su Twitter (TWTR) da un portavoce di Facebook.

Facebook prevede di avere un "processo per coloro che non possono essere vaccinati per motivi medici o di altro tipo e valuterà il nostro approccio in altre regioni man mano che la situazione si evolve", ha detto Goler, secondo la dichiarazione.

Molte aziende lo sono. ancora cercando di capire esattamente quando e come riportare i dipendenti in ufficio in sicurezza dopo quasi 16 mesi di lavoro da casa. E con la rapida diffusione della variante Delta Covid-19, le vaccinazioni sono una parte importante dell'equazione.
I manager dovranno far rispettare le regole per i dipendenti non vaccinati e non sarà facile
Google e Facebook gli annunci seguono una chiamata all'inizio di questa settimana da parte dei principali gruppi medici per imporre vaccini Covid-19 per gli operatori sanitari, e precede un annuncio previsto dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden che tutti i dipendenti federali e gli appaltatori devono essere vaccinati o sottoporsi a test regolari e requisiti di mitigazione.
Google è anche l'ultima azienda tecnologica a ritardare i tempi dei suoi piani di riapertura. La società aveva pianificato di terminare il periodo di lavoro da casa il 1° settembre, dopo di che i dipendenti potevano scegliere di tornare al loro ufficio pre-pandemia, lavorare in un ufficio di Google in un'altra città o lavorare permanentemente da casa se il loro ruolo lo consente. . Ora aspetterà di riportare la maggior parte dei dipendenti fino al 18 ottobre, ha detto Pichai nell'e-mail.

"Siamo entusiasti di aver iniziato a riaprire i nostri campus e di incoraggiare i Googler che si sentono sicuri a visitare i siti che hanno già aperto a continuare a farlo", ha affermato Pichai. "Allo stesso tempo, riconosciamo che molti googler stanno riscontrando picchi nelle loro comunità causati dalla variante Delta e sono preoccupati per il ritorno in ufficio."

Google prevede di dare ai dipendenti un preavviso di almeno 30 giorni prima che l'azienda passi a i suoi piani di ritorno completo.

Il gigante di Internet non è l'unica azienda della Silicon Valley a cambiare i suoi piani di riapertura a causa della variante Delta. La scorsa settimana, Bloomberg ha riferito che Apple avrebbe ritardato la sua riapertura almeno fino a ottobre, un mese dopo rispetto a quanto inizialmente previsto. Il CEO Tim Cook ha confermato questi piani alla CNBC martedì.
Apple prevede inoltre di richiedere ai clienti e al personale di più della metà dei suoi negozi al dettaglio di riprendere a indossare maschere, indipendentemente dallo stato di vaccinazione, a causa dell'ondata di Covid-19, Bloomberg ha riferito mercoledì. La società ha incoraggiato i lavoratori dei negozi al dettaglio a farsi vaccinare, ma al momento non lo richiede, secondo il rapporto.

Leggi Tutto – Gratis

Precedente La Nanjing cinese riporta 47 nuovi casi confermati di COVID-19 trasmessi localmente Successivo Óscar Sobalvarro, Berenice Quezada: un'ex contra e una reginetta di bellezza per affrontare Daniel Ortega in Nicaragua | Internazionale