L'incontro pone le basi per ulteriori contatti tra Cina e Stati Uniti


Yang Jiechi (a destra), membro dell'Ufficio politico del Comitato centrale del Partito comunista cinese e direttore dell'Ufficio della Commissione per gli affari esteri del Comitato centrale del PCC, parla con il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan (a sinistra ) durante una riunione sulle relazioni Cina-USA tenutasi mercoledì in un hotel all'aeroporto di Zurigo, in Svizzera. [Photo/Xinhua]

Yang Jiechi (a destra), membro dell'Ufficio politico del Comitato centrale del Partito comunista cinese e direttore dell'Ufficio della Commissione per gli affari esteri del Comitato centrale del PCC, parla con il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan (a sinistra ) durante una riunione sulle relazioni Cina-USA tenutasi mercoledì in un hotel all'aeroporto di Zurigo, in Svizzera. [Photo/Xinhua]

Washington ha esortato durante i colloqui a Zurigo a riparare i legami con Pechino

Pechino e Washington, durante un incontro a Zurigo, hanno concordato di realizzare ulteriormente il recente consenso dei loro massimi leader, rafforzare i contatti strategici, gestire le differenze, evitare conflitti e scontri , promuovere la cooperazione e riportare i loro legami in carreggiata.

Sebbene gli alti funzionari statunitensi abbiano cercato di attenuare l'ostilità nei recenti colloqui, gli esperti hanno affermato che sono necessarie azioni statunitensi più pratiche e fredde per rimuovere i tentativi di sopprimere la Cina, riparare i legami freddi e ha posto le basi per ulteriori interazioni di alto livello.

Mercoledì si è svolto a Zurigo, in Svizzera, l'incontro che ha coinvolto alti diplomatici della Cina e degli Stati Uniti.

Le delegazioni erano rispettivamente guidate da Yang Jiechi, un membro del Ufficio politico del Comitato centrale del Partito comunista cinese e direttore dell'Ufficio della Commissione per gli affari esteri del Comitato centrale del PCC e US National Securit y Consigliere Jake Sullivan.

Hanno scambiato opinioni sui legami Cina-USA, nonché su questioni globali e regionali di interesse comune, come il cambiamento climatico.

Le due parti hanno concordato di mantenere frequenti colloqui e comunicazioni su questioni importanti.[19659010]Il ministero degli Esteri cinese ha definito l'incontro "ampio, schietto e approfondito" e ha affermato che è stato "costruttivo e favorevole al miglioramento della comprensione reciproca".

Durante l'incontro, Pechino ha espresso la sua chiara obiezione all'uso della parola " concorrenza" per definire le loro relazioni.

Wang Dong, professore e direttore esecutivo dell'Istituto per la cooperazione e la comprensione globale dell'Università di Pechino, ha osservato che i funzionari statunitensi hanno promesso di garantire "concorrenza responsabile" con la Cina durante l'incontro.

Wang ha detto l'amministrazione del presidente Joe Biden sta continuando l'eredità negativa dell'amministrazione dell'ex presidente Donald Trump, quella della soppressione e del giudizio errato della Cina.

"L'incontro di mercoledì è stato utile per o rompere l'illusione di Washington. Il controllo dei danni ai legami e il pragmatismo sono fondamentali per gli Stati Uniti in questo momento", ha detto Wang.

Dopo gli incontri diplomatici Cina-USA ad Anchorage e a Tianjin all'inizio di quest'anno, "Washington si è reso conto che facendo pressioni arbitrarie sulla Cina e parlando in tono altezzoso non aiuterà a raggiungere i suoi obiettivi strategici", ha affermato Su Xiaohui, vicedirettore del Dipartimento di studi americani presso il China Institute of International Studies.

In dichiarazioni rilasciate dopo l'incontro di mercoledì, entrambi i paesi hanno sottolineato che l'incontro ha fatto seguito alla conversazione telefonica tra il presidente Xi Jinping e il presidente Biden il 10 settembre.

Su ha notato che Yang ha menzionato i recenti commenti positivi di Biden sulle relazioni Cina-USA, secondo cui gli Stati Uniti non hanno intenzione di limitare lo sviluppo della Cina o di intraprendere un "nuovo Guerra Fredda".

"Dal momento che Biden lo ha detto, dovremmo verificare se Washington può onorare l'impegno del presidente con azioni", ha detto.

Durante l'incontro, Yang sai d che il fatto che i due paesi gestiscano bene i loro legami influisca sugli interessi fondamentali di entrambi i paesi e dei loro popoli, nonché sul futuro e sul destino del mondo.

La cooperazione Cina-USA andrà a beneficio dei due paesi e del mondo, mentre lo scontro infliggerà solo gravi danni, ha detto Yang.

Ha anche detto che sperava che gli Stati Uniti adotterebbero una politica razionale e pragmatica nei confronti della Cina e lavoreranno con la Cina per rispettare gli interessi fondamentali e le principali preoccupazioni dell'altro.

Diao Daming, professore associato di studi statunitensi presso la Renmin University of China, ha dichiarato: "Come guidati dai due presidenti, le due parti stanno costantemente spingendo avanti i loro contatti a livelli lavorativi e superiori".

Una percezione corretta della Cina non è abbastanza e "dovrebbe essere accompagnato da azioni tangibili al fine di creare un ambiente necessario e abilitante per un'ulteriore interazione ad alto livello tra Cina e Stati Uniti", ha affermato Diao.

"È sia possibile che necessario per i due paesi de aprire il dialogo in aree come il commercio, le forze armate, la sicurezza regionale, la cultura, la risposta al COVID-19 e la governance globale", ha aggiunto Diao.

Durante l'incontro, Yang ha elaborato la posizione della Cina sulle regioni autonome di Taiwan, Hong Kong, Xinjiang e Tibet, dominio marittimo, diritti umani e altre questioni.

Ha affermato che gli Stati Uniti dovrebbero rispettare seriamente la sovranità, la sicurezza e gli interessi di sviluppo della Cina e smettere di usare questi problemi per interferire negli affari interni della Cina.

La parte statunitense ha affermato di sostenere l'uno- Politica cinese.

Cheng Li, direttore del John L. Thornton China Center presso la Brookings Institution, ha affermato che l'incontro di mercoledì è stato un passo avanti positivo dopo il colloquio telefonico dei due presidenti e l'amministrazione Biden ha capito che i suoi alleati non vogliono scegliere le parti tra gli Stati Uniti e la Cina.

Tuttavia, Li ha detto che non crede che questo sarà un punto di svolta nella relazione tesa, poiché molti dei problemi sono strutturali e hanno ape n complicato dalla politica interna statunitense fratturata.


Leggi Tutto – Gratis

Precedente Pfizer chiede alla Fda di vaccinare i bambini 5-11 anni Successivo Più persone stanno ricevendo booster del vaccino contro il Covid-19 rispetto ai primi colpi