Multa di 6.000 euro per assenza di mascherine ai concerti La Polla Records | Cultura

Il governo basco ha inflitto una sanzione di 6.000 euro, la sanzione massima prevista per la violazione delle norme anticovid, al produttore musicale Last Tour per aver concesso i due concerti offerti dal gruppo La Polla Records lo scorso dicembre a Vitoria la stragrande maggioranza del pubblico ha partecipato senza mascherina e per non aver richiesto a nessuno di avere un passaporto covid all'ingresso.

Il Dipartimento della Salute basco ha riferito questo venerdì che gli ispettori dell'Unità di Giochi e Gli spettacoli che hanno assistito a questi concerti hanno riscontrato una "chiara non conformità" alle norme sanitarie perché c'era una "totale assenza di mascherine" tra il pubblico. Dalle immagini che sono circolate su Internet di quegli spettacoli, si può vedere che la stragrande maggioranza dei partecipanti non aveva alcuna protezione per evitare di contrarre il covid-19. I Paesi Baschi si trovavano in quel momento – i concerti al Padiglione Buesa Arena si sono svolti il ​​17 e 18 dicembre – in emergenza sanitaria a causa dell'alto tasso di contagi.

Oltre a violare l'obbligo di indossare la mascherina, At ai concerti di La Polla, è stato consentito l'accesso a più di 10.000 persone senza richiedere ai partecipanti un pass digitale covid o documentazione di supporto, secondo l'esecutivo basco in una nota.

Per questi due motivi, il promotore Last Tour, responsabile del tournée musicale del gruppo rock, deve pagare all'erario pubblico due multe di 3.000 euro per ogni concerto, la sanzione massima prevista dal decreto sulla gestione della pandemia. Last Tour ha assicurato a Efe dopo aver appreso di questa decisione che "funziona nei canali legali richiesti da questo processo". per aver violato le norme sanitarie durante gli stati di allarme.

Tutta la cultura che ti accompagna qui ti aspetta.

Iscriviti

Precisamente, il consigliere per la sicurezza, Josu Erkoreka, ha descritto questo venerdì come “corretto e adeguata” la sanzione inflitta agli organizzatori dei concerti La Polla Records. La punizione economica è "esemplare", ha detto, perché i responsabili sapevano che le norme sanitarie erano state violate. Anche il sindaco di Vitoria, Gorka Urtaran (PNV), ha sostenuto la sanzione perché durante uno dei concerti è stato dato "carburante" a un messaggio contrario all'obbligo di indossare la mascherina. Il concerto è stato interrotto per un momento per consentire l'ingresso sul palco di due rappresentanti della piattaforma Bizitza (Vida), che hanno letto una dichiarazione contro l'obbligo di indossare la mascherina.

Il tour La Polla Records It includeva un altro concerto d'addio al Velodromo Anoeta (San Sebastián) il 29 dicembre, anche se non si è svolto perché giorni prima il governo basco aveva imposto una riduzione della capacità di eventi culturali. La band suonò il 30 di quel mese al Wizink Center Madrid, al festival Resiste di Madrid, insieme ai gruppi Reincidentes, Porretas e Rat-Zinger.

Leggi Tutto – Gratis

Precedente In vista delle Olimpiadi invernali di Pechino, gli Stati Uniti potrebbero perdere tutti i voli per la Cina Successivo Real Madrid-Athletic Bilbao - Sport