Omicron e l'ultima pandemia di coronavirus

È probabile che i passeggeri delle compagnie aeree provenienti dagli Stati Uniti debbano affrontare uno scenario senza precedenti di zero voli diretti in Cina a partire dalla prossima settimana, poiché le infezioni da Covid-19 continuano ad aumentare negli Stati Uniti.

Il governo cinese ha inasprito le misure di contenimento in vista delle Olimpiadi invernali, che si apriranno a Pechino tra meno di tre settimane.

Per almeno due settimane, a partire dal 19 gennaio, tutti i voli dagli Stati Uniti alla Cina sono stati cancellati o lo sono secondo una ricerca della CNN sugli annunci del governo e sugli orari dei voli pubblicati, è probabile che debba essere conforme alla cosiddetta regola dell'"interruttore" dell'autorità di regolamentazione dell'aviazione cinese sui voli internazionali.

Quella norma cinese, attuata lo scorso giugno, significa che un volo viene sospeso automaticamente per due settimane se cinque o più passeggeri risultano positivi all'atterraggio in Cina. Se 10 o più passeggeri risultano positivi, il periodo di sospensione aumenta.

Alcune grandi compagnie aeree statunitensi affermano che il governo cinese le sta costringendo inutilmente a cancellare i voli diretti in Cina, citando la regola dell'"interruttore" come un problema, e ora il Il governo federale degli Stati Uniti è coinvolto.

"Le azioni della Cina non sono coerenti con i suoi obblighi ai sensi dell'accordo sul trasporto aereo USA-Cina", ha affermato il Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti in una nota.

L'agenzia afferma di "impegnarsi" con il governo cinese e "ci riserviamo il diritto di adottare le misure normative appropriate".

La United Airlines afferma di essere stata "costretta a cancellare" otto voli da San Francisco a Shanghai questo mese. Con solo pochi giorni di preavviso da parte del governo cinese, United afferma che deve quindi riprenotare rapidamente i passeggeri su voli diversi.

Anche Delta Air Lines e American Airlines sono interessate dalle misure della Cina. American afferma di essere stata costretta a cancellare otto voli tra Dallas e Shanghai tra gennaio e febbraio.

"Le compagnie aeree statunitensi sono preoccupate per le implicazioni di un'interruzione e stanno continuando a valutare l'impatto sulle operazioni", Airlines for America, a Washington gruppo commerciale con sede che rappresenta i principali vettori statunitensi, ha affermato giovedì in una dichiarazione. "Siamo in comunicazione con i governi statunitense e cinese per identificare un percorso da seguire che riduca al minimo l'impatto sui viaggiatori". .12 diretti in Cina – già una frazione del livello pre-pandemia – sono stati cancellati, secondo i dati mostrati sull'app sviluppata dal provider IT dell'industria aeronautica statale TravelSky.

Durante questo periodo, un numero crescente di passeggeri sui voli dagli Stati Uniti – operati da vettori statunitensi e cinesi – è risultato positivo all'arrivo in Cina, innescando un'ondata di cancellazioni proprio in vista delle Olimpiadi di Pechino e del capodanno lunare , la festa più importante della Cina.

Il mese scorso, un volo Delta da Seattle a Shanghai si è ribaltato a mezz'aria a causa di un cambiamento nelle procedure di pulizia dell'aeroporto cinese che "ha esteso significativamente il tempo di terra e non sono operativamente fattibili", secondo la compagnia aerea. Funzionari cinesi hanno contestato l'account, esortando il vettore a "proteggere i diritti legittimi dei clienti".

 

Leggi Tutto – Gratis

Precedente Da Achille Lauro a Iva Zanicchi, i 25 brani - Cultura & Spettacoli Successivo La necessità di rinforzi tra i servizi igienici a causa del covid lascia la valle navarrese di Ezcabarte senza studio medico | Società