DeSantis dice che si rammarica di non essersi espresso contro le misure di chiusura di Trump in anticipo

DeSantis, uno stretto alleato di Trump, ha affermato di essere stato coinvolto nei primi giorni della risposta alla pandemia della Casa Bianca e di aver offerto consigli al presidente. Ma è rimasto sorpreso quando Trump ha preso la decisione che ha portato alla chiusura di gran parte dell'economia statunitense.

"Non avrei mai pensato a febbraio, all'inizio di marzo, che (il coronavirus) avrebbe portato al blocco del paese", ha detto il governatore repubblicano ai conduttori del podcast conservatore "Ruthless" durante un episodio registrato giovedì. "Semplicemente non l'ho fatto. Non pensavo che fosse sul radar."

DeSantis ha incolpato "persone come" il dottor Anthony Fauci per aver consigliato a Trump di prendere in considerazione una chiusura. Fauci, il massimo esperto di malattie infettive del paese, faceva parte di un team di risposta al coronavirus guidato dal vicepresidente Mike Pence e includeva altri esperti di salute pubblica. Ma la decisione è stata presa da Trump e alla fine DeSantis ha seguito l'esempio della Casa Bianca, chiudendo le scuole della Florida, gli edifici governativi, le palestre, i bar e le sale da pranzo dei ristoranti e consigliando ai floridiani di rimanere a casa.

Non è la prima volta che DeSantis ha un secondo… presunte azioni intraprese dall'amministrazione Trump per rallentare la diffusione del virus. A novembre, DeSantis si è chiesto se il divieto di voli dalla Cina, l'epicentro dell'epidemia iniziale, fosse efficace.

"Sono stato probabilmente il primo governatore nel gennaio del 2020 a chiedere restrizioni ai viaggi dalla Cina. Ho sostenuto il presidente Trump quando lo ha fatto", ha detto DeSantis. "Ma dobbiamo fare un passo indietro e riconoscere che quelle restrizioni di viaggio semplicemente non hanno funzionato."

Trump considera il divieto di viaggiare in Cina uno dei punti decisivi della sua risposta alla pandemia e lo ha mantenuto in vigore fino a quando la fine della sua presidenza.

L'osservazione di DeSantis giovedì segue le notizie secondo cui Trump si è lamentato in privato della mancanza di fedeltà dal suo ex protetto. Nelle conversazioni con gli alleati, precedentemente riportato dalla CNN, Trump ha espresso dispiacere per il fatto che DeSantis, uno dei leader del Partito Repubblicano di cui si parla di più, abbia rifiutato di escludere pubblicamente un'offerta presidenziale nel 2024 se Trump cercasse un altro mandato di quattro anni.

In effetti, pochi giorni prima dell'apparizione del podcast di DeSantis, Trump sembrava chiamare fuori il governatore repubblicano durante un'intervista rilasciata martedì sera. Trump ha descritto i politici che non diranno se hanno ricevuto una vaccinazione di richiamo del coronavirus sono "insensati". La battuta è stata vista come un colpo sottilmente velato a DeSantis, che ha rifiutato di condividere il suo stato di vaccinazione durante un'intervista ampiamente condivisa di dicembre con la conduttrice di Fox News Maria Bartiromo.

"Ho visto un paio di politici essere intervistati e una delle domande era: "Hai ricevuto un booster?" Perché avevano il vaccino e stanno rispondendo come — in altre parole, la risposta è "sì" ma non vogliono dirlo, perché sono senza fegato", ha detto Trump a OAN.

Leggi Tutto – Gratis

Precedente Omicron non rallenterà il colosso elettorale di Modi mentre l'uomo forte dell'India si prepara per i sondaggi "da vincere" Successivo Betis - Siviglia: Il miglior Fekir: più in alto e più colpi | gli sport