Biden lascia i Democratici in sospeso mentre le elezioni di metà mandato entrano in pieno svolgimento

Lo staff di Maloney ha seguito con entusiasmo. Così ha fatto Peters. Poi hanno seguito di nuovo. E di nuovo. Sette mesi dopo, non ci sono ancora incontri sui libri.

"È difficile per me credere che il Presidente sappia quanto poco stia facendo il suo negozio politico per sostenere le maggioranze democratiche al Senato e alla Camera. Tutti noi crediamo che il Presidente sarebbe scioccato nell'apprendere quanto poco politico la Casa Bianca sta facendo la squadra", ha detto un alto funzionario democratico eletto a Washington, esprimendo preoccupazioni diffuse per il termine di metà mandato. "Conosciamo solo Joe Biden e sappiamo quanto gli importa di queste cose".

Biden stringe la mano al senatore Gary Peters, presidente del DSCC, a sinistra, durante un evento al South Lawn della Casa Bianca nell'agosto 2021.

Gli alti democratici, inclusi alcuni aiutanti della Casa Bianca, descrivono un'ala occidentale priva sia di una strategia politica che della disciplina per eseguirne una. I focus group stanno dando incubi agli agenti di partito. Biden sembra vecchio e assente, dicono. I fumble reali e percepiti giocano in profonde paure che non sia all'altezza del lavoro e che i democratici siano incompetenti. Pochi americani possono dire cosa c'era nelle enormi proposte di legge che ha firmato, anche se molti hanno sentito parlare di lotte intestine e fallimento democratico in ciò che non ha firmato.

"Qual è il piano per risolverlo?" ha chiesto un agente in contatto con la Casa Bianca. "Non possono dirci di cosa parleranno la prossima settimana".

Sebbene la maggior parte dei democratici al potere creda che ci sia ancora molto tempo per un'inversione di tendenza, diversi alti agenti stanno già parlando di triage. Hanno paura di discutere pubblicamente di tutto questo perché non vogliono creare più problemi. Ma in privato, sono pietrificati dal fatto che una maggioranza repubblicana metterebbe fine all'agenda di Biden e li sommergerebbe con infinite indagini e citazioni, promettendo l'impeachment e potenzialmente metterebbe in pericolo la certificazione equa delle prossime elezioni presidenziali. Tutto questo arriva quando l'ex presidente Donald Trump ha iniziato a assemblare un'operazione politica più rigorosa da Mar-a-Lago, con l'obiettivo di utilizzare una forte presenza e vincere record nel 2022 per potenzialmente aprirsi la strada fino al 2024.

"Non mi colpisce perché hanno a che fare con la politica con l'urgenza di ciò che è attualmente in gioco", ha detto un agente di alto livello che lavora alle campagne della Camera.

Un anno dopo aver lasciato l'incarico, Trump punta al 2022 per rinominare la sua eredità

[19659008]Gli assistenti della Casa Bianca hanno minimizzato queste lamentele. Il presidente è stato più concentrato sull'affrontare la pandemia e l'economia globale che sull'aiutare a pianificare la strategia della campagna. Essi attribuiscono gran parte delle lamentele ai funzionari sconvolti dal fatto che non stanno ottenendo tutto ciò che vogliono, inclusa la richiesta senza precedenti di Maloney dell'anno scorso al Comitato Nazionale Democratico di trasferire $ 20 milioni al comitato elettorale dei Democratici della Camera. (Finora sono stati trasferiti $ 0). Il Comitato per la campagna del Congresso democratico e il Comitato per la campagna senatoriale democratica hanno rifiutato di commentare questa storia.

Biden ei suoi collaboratori sono attualmente in un naturale passaggio alla modalità campagna, sostengono, con un consigliere di Biden che ha detto alla CNN che il presidente e quelli nella sua orbita credono che ci sia tutto il tempo perché il suo numero torni a una posizione forte prima di novembre.

"La storia è contro di noi e abbiamo del lavoro da fare qui", ha detto il consigliere. "Ma non sono troppo preso da dove siamo, perché abbiamo la storia giusta, abbiamo la persona giusta che può entrare in contatto con le persone. …Dobbiamo lavorare di più, ma abbiamo gli ingredienti e i pezzi".

Parte di ciò che sta accadendo, riconoscono i Democratici, è che alcuni dei loro colleghi incolpano Biden di tutti i loro problemi politici.

"Non abbiamo parlato dei nostri risultati abbastanza vicino. I risultati per definizione delineeranno chi è per cosa e chi non è per cosa", ha affermato il senatore Jon Tester, un democratico del Montana ed ex presidente del DSCC. "Punto il dito contro me stesso tanto quanto tutti al Senato, tanto quanto tutti alla Camera, tanto quanto tutti nel ramo esecutivo".

Il consigliere di Biden ha respinto i peggiori numeri di sondaggi in circolazione e ha sottolineato che la media dei sondaggi di Biden è di circa il 43%, ancora un numero devastante agli occhi di molti Democratici.

"Vogliamo che i nostri numeri migliorino, ovviamente", ha detto il consulente. "Ma abbiamo tempo."

Brian Deese, direttore del Consiglio economico nazionale, parla al telefono durante una riunione bipartisan infrastrutturale al Campidoglio il 23 giugno 2021.

È il modo in cui usano il loro tempo che preoccupa le persone, però, a meno di nove mesi dalla midterm. All'inizio di dicembre, Biden ha inviato due membri dello staff di alto livello – il suo direttore delle comunicazioni e il direttore del Consiglio economico nazionale – alla Hill per incontrare i senatori democratici incaricati di dirigere il loro programma di caucus. Kate Bedingfield e Brian Deese hanno tenuto una presentazione PowerPoint, esortando i legislatori a creare un "Da che parte stai?" appello agli elettori.

La Sens. Amy Klobuchar del Minnesota e Debbie Stabenow del Michigan hanno fatto breccia nei suggerimenti della Casa Bianca. Volevano contrasti più forti, un caso più chiaro. Volevano che Biden chiamasse i repubblicani come "scellini" per interessi aziendali e li biasimasse per aver messo in pericolo la salute pubblica e l'economia.

"Questo non è abbastanza forte", ha detto Stabenow alla delegazione della Casa Bianca, secondo diverse fonti nella stanza.

Bedingfield e Deese ascoltarono. "Questo è un feedback utile", ha detto Bedingfield.

La Casa Bianca ha continuato con punti di discussione aggiornati. I senatori non erano convinti di essere stati ascoltati.

Sen. Debbie Stabenow, vista qui in Campidoglio a dicembre, non pensava che il messaggio della Casa Bianca fosse abbastanza forte.

'Chi è al comando? Chi gestisce la cosa?'

L'ex presidente Barack Obama era famigerato per non aver mai investito molto nell'elezione di democratici diversi da lui stesso, sia che si stesse dirigendo verso il midterm del 2010 o il resto della sua presidenza, persino ospitando un gruppo separato che presto divenne la sua campagna di rielezione all'interno del DNC. L'ufficio politico di Trump, come il resto di quella Casa Bianca, è sopravvissuto ai capricci del suo feed Twitter.

A differenza di entrambi, Biden è entrato in carica dicendo al suo staff che voleva dare la priorità alla costruzione del partito e massimizzare i suoi legami con gli alleati a Capitol Hill e oltre.

La Casa Bianca maltrattata cerca uno scenario di ritorno di Biden
Non è andata così. Secondo molti al Congresso, alle varie armi della campagna democratica e altri coinvolti nella politica democratica, la Casa Bianca di Biden non ha un chiaro punto di contatto per gli alleati. C'è una direttrice politica della Casa Bianca, Emmy Ruiz, ma gli addetti ai lavori affermano che non è mai stata autorizzata né con le carote né con i bastoncini che potrebbero rendere lei, e l'ufficio, più efficaci esternamente, mentre alcuni membri del suo staff sono visti internamente come più leali ad altre cause democratiche che a Biden. Jen O'Malley Dillonche ha condotto la campagna elettorale di Biden, ora funge da canale principale nell'ala ovest per le decisioni politiche, ma molti in contatto con lei lamentano un collo di bottiglia che rallenta le risposte, se arrivano affatto.

Steve Ricchetti, il fidato collaboratore di Biden che siede a pochi passi dallo Studio Ovale, è il referente ufficiale per le conversazioni con il Congresso. Ma Cedric Richmond, direttore dell'impegno pubblico, sta facendo molto del contatto con i suoi ex coetanei alla Camera.

"Chi comanda? Chi gestisce la cosa?" ha detto un membro esasperato della Camera Democratica, chiedendo l'anonimato per parlare apertamente della loro frustrazione.

Molti di coloro che conoscono il Presidente da anni pensano che parte del motivo per cui l'operazione politica di Biden non sia quella a cui sono abituati — i continui check-in, le promesse di apparizioni elettorali, i donatori abituati a lui che afferrava i loro telefoni e chiamare le loro nonne — è che per così tanto tempo quell'operazione è esistita essenzialmente nella sua stessa testa, anche come vicepresidente.

Biden parla alla stampa dopo aver partecipato a un incontro con il Caucus Democratico del Senato a Capitol Hill la scorsa settimana.

L'operazione Biden ha adottato un approccio molto diverso da quello di Obama al DNC. La campagna ha consegnato la sua mailing list all'inizio dello scorso anno, il che ha contribuito a generare una massiccia raccolta di fondi. Un funzionario del DNC dice alla CNN che le e-mail firmate dal presidente hanno raccolto 20,7 milioni di dollari. La campagna ha anche conferito al DNC il controllo degli account Twitter @JoeBiden e @KamalaHarris, strumenti efficaci per amplificare il lavoro dell'amministrazione. C'è stato un tour in autobus, cartelloni pubblicitari, spot televisivi e una scappatella di camion dei gelati "L'America è tornata".

Building Back Together, il gruppo indipendente che gli alleati di Biden hanno avviato nel tentativo di evitare una ripetizione del 2010, quando i Democratici si sono sentiti abbandonati da Obama prima del medio termine, ha speso oltre $ 30 milioni per promuovere l'agenda di Biden e fornire copertura a molti Democratici che lamentarsi di essere lasciato fuori al freddo. Un portavoce del gruppo ha detto di aspettarsi un "raddoppio di questi investimenti" nel corso del 2022.

Ma senza un sistema centralizzato al lavoro al di fuori del cervello di Biden, la politica sta venendo fuori un po' a caso. Altri leader democratici di alto livello alla Camera e al Senato dicono alla CNN che spesso sentono messaggi contrastanti da diversi contatti alla Casa Bianca, se sentono qualcosa. E quello che sentono può essere offensivo. I Democratici alla Camera sono stati ansiosi per lo stato dell'agenda del partito, ma quando Bedingfield li ha incontrati il ​​mese scorso per parlare del messaggio Build Back Better e ha riconosciuto le molte preoccupazioni sollevate, molti se ne sono andati sentendosi ancora sconsolati.

"Non hanno sentito cosa provano i membri", ha detto un membro del Congresso. "Non sentono cosa stanno facendo i membri."

I punti di discussione rivisti che la Casa Bianca ha scritto e inviato a seguito degli incontri con il Senato ei Democratici alla Camera non hanno messo a tacere preoccupazioni del genere. Le varie operazioni della campagna democratica non hanno ricevuto quasi nessun impegno per eventi di raccolta fondi, hanno riferito alla CNN diverse fonti che hanno familiarità con la pianificazione, e non così tante quante ne avrebbero voluto nel 2021. Ritengono che non venga prestata abbastanza attenzione alla priorità dei Democratici in via di estinzione in modi minori , come la loro collocazione nelle foto alla firma del disegno di legge e in modi più significativi, come i distretti in cui si reca il presidente per gli eventi.

Ron Klain è il capo di gabinetto della Casa Bianca.

Non riescono a convincere la Casa Bianca a fare affidamento sui funzionari democratici locali per respingere le mappe politiche gerrymander contro i loro interessi. I promemoria scritti all'interno e all'esterno della Casa Bianca raramente ottengono riconoscimenti, per non parlare delle risposte. I grandi donatori non ricevono le loro chiamate restituite; alcuni si sono lamentati con la CNN di essere stati relegati tra gli aiutanti di medio livello al seguito dei loro segretari. E poiché anche i piccoli impegni si sono rivelati impossibili da definire, la frustrazione si è trasformata in amarezza.

"Non è che ci è stato detto di no", ha detto un aiutante della campagna. "È che non abbiamo avuto una risposta."

La struttura e l'orientamento della Casa Bianca — e le decisioni su come spingere il Presidente a usare il suo tempo — spetta a Ron Klainil capo di gabinetto della Casa Bianca, che è anche spesso in contatto con molti membri del Congresso. Quando altri aiutanti della Casa Bianca o alleati politicamente esterni all'edificio sottolineano le lotte che Biden sta vivendo, Klain dice spesso che hanno un problema di "amplificazione", secondo le persone che hanno familiarità con le conversazioni interne. Dice alla gente che i segretari di gabinetto e altri surrogati dovrebbero essere là fuori a parlare dell'agenda di Biden, generando così una migliore copertura delle notizie.

Questo risulta per molti disconnesso dalle realtà esterne e interne che stanno affrontando. I segretari di gabinetto non sono molto ricercati per le prenotazioni, soprattutto senza notizie o momenti interessanti da evidenziare. Nel frattempo, l'ufficio del legale della Casa Bianca è stato aggressivo nel premere contro le apparenze che temono possano violare le limitazioni dell'Hatch Act sui dipendenti pubblici e sulla loro attività politica.

Rep. Colin Allred afferma che potrebbero esserci state aspettative diverse sul lavorare con una Casa Bianca al primo mandato.

Ma il rappresentante Colin Allred, che ha vinto un seggio in Texas nel campo di battaglia nel 2018, si è detto soddisfatto delle tre visite di segretario di gabinetto che ha avuto. Attribuisce la disperazione tra i suoi colleghi a una combinazione di non aver lavorato con una Casa Bianca al primo mandato – "Potrebbero esserci alcune aspettative diverse su come sarebbe stata rispetto a ciò che la realtà può effettivamente offrire", ha detto – – e la paura "esistenziale" che i democratici provano con i repubblicani che sembrano avere il sopravvento politico verso l'anno di medio termine.

Tuttavia, diversi aiutanti della Casa Bianca e agenti esterni hanno riferito alla CNN di una frustrante mancanza di strategia politica a lungo termine, da parte di Klain o di chiunque altro. Alcuni giorni, dicono, sembra che il loro lavoro sia definito da chironi della TV via cavo e argomenti di tendenza su Twitter. Ciò è esacerbato, hanno affermato diversi assistenti, dalla presenza costante di Klain su Twitter. Quando la Casa Bianca viene distratta dalla controversia del giorno, alcuni di loro danno la colpa alla fissazione di Twitter.

Klain ha rifiutato di parlare con la CNN, ma un assistente della Casa Bianca che ha parlato a suo nome ha sostenuto che ciò che alcuni stanno cancellando come distrazione è piuttosto la realtà del rimbalzare tra crisi costanti e ha affermato che la denuncia di "amplificazione" di Klain riflette la sua convinzione che più gli elettori sosterrebbero Biden se ascoltassero di più ciò che l'amministrazione sta facendo.

Una lamentela centrale, secondo diversi assistenti e agenti esterni all'edificio, è che Klain non ha fatto pressioni su Biden affinché rispondesse in modi più energici. Oltre a un'organizzazione più acuta, molti Democratici vogliono un Biden più audace e più sciolto, là fuori, che difenda il suo lavoro piuttosto che leggere commenti scritti. Biden ha dato ad alcuni nell'edificio la sensazione di aver paura di sbagliare, di chiedere molti preparativi prima delle interviste e quindi di rallentare il processo interno. Nel frattempo, gli assistenti della Casa Bianca hanno lasciato gli alleati esterni con la sensazione di essere nervosi per il fatto che più eventi verbali potrebbero causare inciampi imbarazzanti.

'Le cose stanno peggiorando ogni volta': le preoccupazioni relative all'inflazione potrebbero causare problemi ai democratici

"Quale gaffe potresti fare per peggiorare le cose del 39%?" ha chiesto un agente, riferendosi alla peggiore delle valutazioni di approvazione di Biden.

Al momento, Biden è alle prese con la lotta in corso per approvare la legislazione sui diritti di voto, una battaglia che i principali elettori democratici hanno richiesto ma che, se perde, potrebbe lasciare la base sgonfia, per non parlare del lasciare incontrollato Gli sforzi del GOP per limitare l'accesso al voto negli stati chiave del campo di battaglia. Mentre molti agenti e funzionari democratici hanno apprezzato l'audace retorica del suo discorso la scorsa settimana ad Atlanta che ha organizzato la battaglia, proprio come hanno fatto il tono delle sue osservazioni nell'anniversario degli Stati Uniti Rivolta in Campidoglio — mettono in dubbio di arrivare così lontano in una rissa sapendo che due senatori del suo stesso partito potrebbero affondare così rapidamente.

"Perché stanno guidando duro in perdita dei diritti di voto? Perché fanno tutto sulla legislazione?" ha chiesto un altro stratega democratico in contatto con l'amministrazione. "Vai a combattere i repubblicani".

Il senatore del Colorado Michael Bennet, che ha presieduto il DSCC durante gli esami intermedi del 2014 ed è candidato alla rielezione in autunno, ha detto che gli piacerebbe vedere Biden guidare un energico "Da che parte stai?" argomento che ritorna al tono originale di pagare per Build Back Better con misure come l'annullamento dei tagli fiscali di Trump. Sono scontroso anche io. che penso sarebbe un bene per il Paese e che dovremmo essere in grado di parlare alla gente in modo da poter tenere a bada l'inizio di un ritorno a Donald Trump", ha detto Bennet. "Starebbe molto meglio e lo faremmo passare il suo tempo nel paese a parlare con le persone piuttosto che bloccato a Washington a parlare con le persone di legiferare".

La rappresentante democratica Elissa Slotkin saluta Biden nel Michigan nell'ottobre 2021.

La posizione di Biden di determinazione e forza sono ciò che piace alla gente, ha detto un alto funzionario democratico.

"Ecco perché la gente ha votato per lui", ha detto il funzionario. "Sentivano come se ci fosse la certezza che le cose sarebbero andate meglio. Abbiamo bisogno di quella forza. Quella forza deve venire da lui e da tutta la festa, che sappiamo cosa diavolo stiamo facendo e siamo in questo per te."

Nonostante i numeri complessivi dei sondaggi, Biden non attira ancora il tipo di animosità che ha reso Obama e Trump così polarizzanti. "Ci sono 220 democratici che accoglierebbero Joe Biden per venire nei loro distretti", ha detto il rappresentante Pete Aguilar, un democratico della California e membro della leadership della Camera.

"Il paradosso dei suoi numeri elettorali è che i membri del Senato e della Camera non lo vedono come una responsabilità politica quando si presenta di persona", ha detto l'alto funzionario democratico eletto, lamentandosi del fatto che l'operazione della Casa Bianca non è utilizzando bene Biden. "La soluzione è più Joe Biden, non meno."

Biden percepisce il problema

Biden sa di avere un problema, almeno in termini di messaggio pubblico. Negli incontri con il personale, occasionalmente farà commenti sui numeri dei sondaggi ed esprimerà esasperazione per il fatto che il suo messaggio non sta sfondando.

"Perché nessuno lo vede?" Dirà Biden, secondo una fonte a conoscenza delle conversazioni.

Ultimamente stanno spuntando segnali che l'operazione politica della Casa Bianca sta cercando di fare meglio. O'Malley Dillon ha ospitato una chiamata con il personale dei governatori democratici la scorsa settimana, suggerendo i modi in cui potrebbero aiutare a promuovere progetti infrastrutturali derivanti dalla legge bipartisan sulle infrastrutture, uno dei più grandi successi di Biden fino ad oggi. Ha approvato la prima e-mail di raccolta fondi DCCC firmata dal Presidente. Due giorni dopo, i principali donatori DNC hanno ricevuto un invito a una prossima chiamata con Ricchetti.

Biden saluta i partecipanti presso la struttura Mack Trucks Lehigh Valley Operations a Macungie, Pennsylvania, nel luglio 2021.

In questi promemoria e conversazioni, assistenti e consulenti esterni gli suggeriscono di presentarsi di più sui social media e di fare piccoli eventi in giro per il paese nei salotti e nelle piccole imprese, forse anche una sorta di coerente chiacchierata davanti al fuoco, con i cani che vagano sullo sfondo .

Alcuni vorrebbero vedere un discorso nello Studio Ovale, massimizzando il potere del pulpito prepotente per spingere le infrastrutture o persino i diritti di voto. Per lo meno, sostengono, sia il Presidente che i Democratici sarebbero aiutati facendo grandi discorsi – come i discorsi diurni del 6 gennaio o i diritti di voto – in prima serata, quando raggiungerebbe più persone e avrebbe maggiori possibilità di rompere attraverso.

Il Presidente e molti collaboratori della Casa Bianca ripongono le loro speranze nella pazienza degli elettori: si aspettano che il picco di Omicron e il panico per la carenza di test Covid-19 svaniranno nelle prossime settimane e che entro l'estate l'America sarà tornare sulla buona strada verso i tempi endemici. C'è una rinnovata, anche se per lo più sussurrata, fiducia nell'ala ovest che parti di un disegno di legge Build Back Better ridimensionato possono ancora passare. Rotolalo insieme a potenziali notizie economiche migliori e un Trump incoraggiato che crea una rinnovata tossicità intorno ai repubblicani, dicono, e l'umore nazionale potrebbe essere in un posto molto diverso quando la maggior parte degli elettori oscillanti prenderà una decisione entro la fine dell'anno.

"Sono stati tempi duri per le famiglie con la pandemia e le sfide che ne è derivata. Le persone si sentiranno meglio quando le cose nel loro mondo andranno meglio", ha affermato il rappresentante Suzan DelBene dello stato di Washington, che presiede il moderato New Democrat Coalizione, che comprende molti membri del distretto viola.

Rep. Suzan DelBene presiede la Nuova Coalizione Democratica.

Convincere le persone ad accreditare Biden e i Democratici, se le cose cambiano, è il trucco, dicono gli strateghi.

"Il caso che dobbiamo sostenere ora non è, 'Stai meglio di come eri?' È, 'Stai migliorando?'", ha detto Jesse Ferguson, uno stratega democratico che lavora a lungo con i dati dei sondaggi e la pubblicità politica ed è stato un alto funzionario al braccio della campagna dei Democratici alla Camera durante gli anni di Obama. "Non si tratta di come tutto sia hunky Dory, ma solo che il paese si sta alzando dal tappeto".

Prendendo atto di tutte le lamentele, il consigliere di Biden ha promesso che la Casa Bianca se la caverà meglio.

"Siamo in questa prossima fase della presidenza e dei midterm", ha detto il consigliere. "Vogliamo che nessuno si lamenti. Ma se questa è la denuncia, ridurremo quella denuncia, perché è esattamente quello che farà".

Le persone hanno già cancellato Biden in precedenza, come quando la sua campagna principale stava andando in pezzi prima della sua clamorosa vittoria in South Carolina. Ma non si tratta solo delle prospettive politiche degli altri democratici: gli Stati con le gare più competitive questo novembre sono anche quelli che decideranno le prossime elezioni presidenziali.

"Consideriamo questo", ha detto il consigliere di Biden, "come costruire una base per il '24 facendo il lavoro del '22".

Manu Raju ha contribuito a questa storia.

Leggi Tutto – Gratis

Precedente Coronavirus: Boris Johnson pone fine alla maggior parte delle restrizioni in Inghilterra; La Germania supera i 100.000 casi al giorno Successivo Se sono positivo al covid dopo i sette giorni di quarantena, posso diffonderlo? | Gli scienziati rispondono | Scienza