Duello del libretto degli assegni sulla Costa del Sol: la lotta dei mega ricchi per le ville di Marbella | Affare

Gli alloggi di lusso sulla Costa del Sol sono in pieno svolgimento. Le agenzie immobiliari della zona hanno registrato nel 2021 i numeri migliori della loro storia. Non hanno mai venduto così tanto a prezzi così alti. Succede sul lungomare, dove il metro quadro supera i 25.000 euro. Anche nelle urbanizzazioni più lontane dalla costa, come Sierra Blanca, a Marbella. E ancora più a nord, dove un benchmark di esclusività come La Zagaleta già a Benahavís, sta vivendo un momento unico. Le vendite qui hanno raggiunto i 256 milioni di euro l'anno scorso, quando le sue operazioni si sono moltiplicate per tre rispetto al 2019.

"Siamo più forti che mai", afferma Christopher Clover, presidente onorario dell'associazione immobiliare locale Leading Property Agency. Clover accumula 52 anni di esperienza nel mercato di Marbella. Ha fondato Panorama Properties nel 1970 e ha visto evolversi la Costa del Sol. È convinto che oggi sia una delle dieci destinazioni residenziali più importanti del pianeta, inclusa Maiorca.

Marbella ne è l'epicentro, ma senza pianificazione urbana e la scarsità di terra include Estepona e Benahavís. Formano un triangolo che attrae grandi fortune per molte ragioni, senza dimenticare che il denaro ha sempre avuto un rifugio sicuro nei mattoni. Il clima favorevole tutto l'anno, la vicinanza all'aeroporto di Malaga, numerosi campi da golf, un'offerta varia di salute e istruzione privata o ristoranti di lusso sono alcuni fattori. L'impulso tecnologico della città di Malaga è un nuovo ingrediente nella ricetta. E la pandemia ne ha portati altri due: il telelavoro e un cambio di mentalità. “Il Covid ha indotto i ricchi a rimandare qualsiasi decisione futura. Vogliono vivere bene e nel posto migliore d'ora in poi", afferma José Antonio Pérez, ricercatore presso l'Università di Malaga e professore di Ecosistema immobiliare presso la Real State Business School di Torremolinos.

Sempre più giovani [19659005] I clienti con grossi conti correnti hanno puntato gli occhi sulla Costa del Sol. Sono sempre più giovani, tra i 35 ei 50 anni. Tendono a gestire grandi aziende, molte aziende tecnologiche. Se fino ad ora pensavano a queste case come alla loro seconda residenza, ora si trasferiscono e l'hanno come base, viaggiando qualche giorno al mese per lavoro. Se, secondo il College of Registrars, una casa su quattro venduta a Malaga viene acquistata da stranieri, la loro presenza nel settore del lusso è massiccia. Secondo Panoram Properties, rappresentano il 90%. Altri arrivano dal Regno Unito e dai paesi nordici. Spiccano olandesi e belgi. E arrivano americani e canadesi. Ci sono sempre più spagnoli super ricchi, ma al momento pochi comprano casa a Marbella.

Tutti hanno le tasche piene. “Il cliente medio aveva tra mezzo milione e un milione da spendere prima della pandemia; oggi ne ha tre”, afferma Javier Nieto, CEO e proprietario di Pure Living Properties, le cui vendite hanno raggiunto i 50 milioni nel 2021. Con un'agenda ricca di visite, approfitta di un viaggio in autostrada per parlare. Parla di appartamenti venduti per mezzo milione di euro nel 2015 e che oggi valgono 1,7 milioni. A Marbella il nuovo concept è il mercato ultraprimepiù lussuoso che mai. Lo tirano a sorte. "Abbiamo più domanda che offerta", afferma Nieto. Ci sono clienti che pagano anche più del prezzo di una casa per mantenerla. Asta pura.

Conosce a fondo tutte le facce della medaglia.

Iscriviti

Jimmy Widen, nato a Stoccolma e fondatore dell'agenzia 3SA Estate Marbella, afferma che oltre ad aumentare di valore senza sosta , le proprietà locali offrono un “ottimo potenziale di rendimento locativo”. I suoi dati mostrano che nel 2021 sulla Costa del Sol sono state vendute il 400% in più di ville per un valore di oltre tre milioni rispetto al 2019. "È un'enorme differenza", sottolinea. Il valore medio degli immobili venduti nella sua agenzia è aumentato del 135%, a 800.000 euro per cliente. Il colosso tedesco Engel & Völkers, con cinque sedi a Marbella, ha raggiunto i 560 milioni di euro di fatturato, il suo massimo storico, con un prezzo medio per casa di 1,8 milioni. Il 40% è costituito da nuove costruzioni, come le 15 ville con quattro camere da letto nell'urbanizzazione La Fuente, vendute in meno di 12 mesi a prezzi compresi tra due e tre milioni. "Nulla nel 2020 faceva presagire che tutto sarebbe andato così bene", riconosce Nathalie Dorpinghaus, direttore del marketing per il franchising nell'area, con 1.100 proprietà nel suo portafoglio. Una casa bianca dalle linee impossibili svetta di fronte al mare del valore di 11,7 milioni di euro a Los Monteros. Insieme a Sierra Blanca, Nueva Andalucía o Nagüeles, è uno dei più esclusivi della Costa del Sol. Nelle sue strade sono comuni i veicoli Ferrari, Lamborghini o Bentley.

 Un uomo contempla l'urbanizzazione di La Zagaleta.
A l'uomo contempla l'urbanizzazione La Zagaleta.Garcia-Santos (El Pais)

Ma il riferimento massimo è ancora La Zagaleta, urbanizzazione che trasuda lusso nei suoi 900 ettari a Benahavís, 20 minuti a nord di Marbella. Dispone di due campi da golf, un circolo ippico e un forte servizio di sicurezza. C'è una villa chiamata Ibiza Breeze, con 8.600 metri quadrati di terreno, nove stanze, una piscina riscaldata e una cucina disegnata da Zaha Hadid. Commercializzato da Aedas Homes, fino a pochi giorni fa era in vendita a 14,5 milioni di euro. Non più. Il suo atto è stato firmato la scorsa settimana ed è una delle quattro ville e tre lotti che sono stati venduti in questo resort nelle prime tre settimane del 2022. Continua a crescere, mantenendo i dati milionari del 2021, che includevano la vendita del fino all'estate scorsa era la casa più cara della Spagna, valutata 29 milioni di euro. L'amministratore delegato de La Zagaleta, Jacobo Cestino, dal suo ufficio, è ottimista: "Crediamo che il trend continuerà fino al 2025 e costruiremo quattro case ogni anno per sfruttare il pull". È il doppio della media prima della pandemia.

Il settore concorda sulle buone previsioni. Basta controllare come 42 delle 43 case da realizzare nell'ambito del progetto ONU siano già prenotate, pur non avendo ancora una licenza edilizia. È una delle poche proprietà disponibili nel lussuoso ground zero di Marbella, il Golden Mile, vicino al mitico Marbella Club Hotel e al Puente Romano. I tuoi clienti saranno i prossimi acquirenti di case di lusso.

Leggi Tutto – Gratis

Precedente Il bambino "eroe" salva la famiglia dall'incendio in casa dopo che il Covid-19 ha rubato ai genitori l'olfatto Successivo Quando Draghi si occupò dei gioielli di Casa Savoia